CNA Fita

Costo chilometrico medio delle imprese di autotrasporto per conto terzi

In base all'art. 7 sexies del decreto legge 10 febbraio 2009, n. 5, convertito dalla legge 9 aprile 2009, n. 33, che ha novellato il comma 10 dell'art. 83 bis legge 133/2008, spetta al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti elaborare, nelle more dell'entrata in funzione dell'Osservatorio sulle attività di autotrasporto, e sentite le organizzazioni associative delle imprese di autotrasporto e della committenza, gli indici di costo del carburante per chilometro e le relative quote di incidenza.

Tali dati devono tener conto delle diverse tipologie di veicoli e della percorrenza chilometrica.

A tal fine, si pubblicano, nelle tabelle in allegato, i valori dei costi chilometrici imputabili al consumo di gasolio delle imprese di autotrasporto per conto terzi, distinti sulla base di cinque tipologie di veicolo, e per diverse percorrenze chilometriche, tenuto anche conto delle proposte pervenute da associazioni di vettori e di committenti, nonché delle indicazioni contenute negli studi elaborati da organismi operanti nel settore.
Al riguardo, va evidenziato che il metodo di calcolo adottato è fondato su basi empiriche, e tiene conto dell'esigenza di dare tempestiva attuazione alle disposizioni legislative sopra richiamate, fermo restando che studi scientificamente più approfonditi potranno essere condotti, a partire dal prossimo mese, dall'istituendo Osservatorio sulle attività di autotrasporto, al quale spettano le definitive determinazioni in ordine all'individuazione degli elementi in questione.
Si precisa, inoltre, che:
a) i dati relativi al prezzo del gasolio sono riferiti all'ultima rilevazione disponibile (mese di novembre) sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico;

b) per i veicoli di massa complessiva pari o superiore alle 26 tonnellate, e per quelli di massa complessiva inferiore alle 26 tonnellate e superiore alle 7,5 tonnellate, i dati relativi al prezzo del gasolio sono stati depurati dell'IVA e dello sconto sull'accisa, pari a 19,786 euro/1000 litri;

c) per i veicoli di massa complessiva inferiore alle 7,5 tonnellate, i dati stessi sono stati depurati della sola IVA;

d) non si è tenuto conto dell'incidenza, sul prezzo del carburante, della fonte di rifornimento dello stesso (impianti di distribuzione ordinari, o extrarete);

e) non sono stati elaborati i dati relativi alle percorrenze chilometriche al di sotto dei 51 Km, tenuto conto della marginalità dell'attività di autotrasporto per conto di terzi sulle brevissime percorrenze, che non veniva preso in considerazione neanche dalla disciplina tariffaria vigente prima del decreto legislativo 286/05.

Files allegati: Tabelle Costo Chilometrico

 

Autoliquidazione 2009/2010 - Sconti ed Agevolazioni

Pubblichiamo la nota INAIL per l'autoliquidazione 2009-2010, rateazione legge 449/97 e 144/99.

 

Files allegati: autoliquidazione_2009-10

Calendario delle limitazioni alla circolazione 2010

Riportiamo, nel calendario allegato, i divieti alla circolazione riguardanti i veicoli di peso complessivo superiore a 7,5 T. fuori dai centri abitati...

Modulo di controllo delle assenze dei conducenti.

A partire dal prossimo 2 ottobre 2009 (data di entrata in vigore del DL 144/2008) quindi l'assenza per malattia, ferie annuali oppure per la guida di un...

Legalità nei trasporti: sfida difficile

CNA plaude il lavoro delle Fiamme Gialle ma chiede di tenere alta la guardia Medici, CNA FITA: “Il rispetto delle regole per aiutare le imprese contro...
Leggi tutto...
Pagina 52 di 54

Auto Joomla