CNA Reggio Emilia

Seguici su: Seguici su Facebook    Youtube  

Home CNA Commercio Contrasto all'abusivismo e all'illegalità nel commercio

Contrasto all'abusivismo e all'illegalità nel commercio

firma protocollo correggioFirmato un Protocollo d'intesa tra Comune di Correggio e associazioni di categoria

È stato siglato un "Protocollo d'intesa per il contrasto al fenomeno dell'abusivismo nelle professioni e nelle imprese" tra Comune di Correggio e associazioni di categoria – CNA, LAPAM, Confcommercio e Confesercenti.

Il Protocollo impegna il Comune a raccogliere e a dar seguito alle segnalazioni sul tema dell'abusivismo provenienti dalle associazioni di categoria, adottando, secondo le proprie competenze, i provvedimenti necessari al ripristino della legalità, oltre a convocare periodicamente un apposito tavolo di lavoro per la verifica delle azioni messe in campo e per lo studio di ulteriori possibili iniziative.

Le associazioni di categoria, dal canto loro, si impegnano a promuovere campagne pubbliche di comunicazione e sensibilizzazione e a istituire presso le proprie sedi punti di raccolta delle segnalazioni di eventuali attività esercitate senza il rispetto delle norme e delle leggi che regolano i vari settori di riferimento.

"La firma di questo Protocollo rappresenta sia un punto d'arrivo che uno di partenza", sottolinea il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. "Un punto di arrivo perché concretizza uno sforzo e un coinvolgimento comune su un tema sul quale siamo attenti e sensibili, come quello dell'abusivismo nelle professioni e dell'illegalità, che ci vede impegnati a fianco di commercianti, esercenti e associazioni di categoria. Un punto di partenza perché da qui, da questa collaborazione, passa parte del lavoro che ci aspetta nei prossimi mesi, che non potrà essere limitato alle azioni di contrasto e verifica, che pure svolgeremo secondo le nostre competenze, ma dovrà vedere un lavoro congiunto anche per quanto riguarda la sensibilizzazione su un tema fortemente legato a quello della legalità e del rispetto delle regole per sviluppare nella cittadinanza una cultura della legalità, a partire dalle generazioni più giovani".

"Crediamo che alzare l'attenzione su questi problemi sia necessario e doveroso, non solo come tutela delle attività e degli esercizi commerciali che svolgono le proprie attività in regola e seguendo le normative, ma anche per a difesa dei cittadini", commentano Carlo Gozzi, presidente CNA Area Padana Est, Guido Gasparini, LAPAM, Riccardo Pilati, Confcommercio, e Daniele Martinelli, Confesercenti. "Spesso, infatti, sono i consumatori e gli utenti dei servizi che, attratti da prezzi più bassi, finiscono truffati o, peggio, vedono messa a repentaglio anche la loro salute, come accade nel caso degli esercizi commerciali abusivi nel settore dell'estetica. Con questo Protocollo portiamo a compimento un percorso iniziato con l'amministrazione comunale e contestualmente ne iniziamo un altro, che ci vedrà impegnati soprattutto sul fronte dell'educazione, eventualmente anche con progetti pensati per le scuole".

 
Auto Joomla