CNA Reggio Emilia

Seguici su: Seguici su Facebook    Youtube  

Home CNA Artistico e Tradizionale Bilancio positivo per i percorsi Scopri-RE dei restauratori CNA, ma c'è ancora tanto da fare per diventare una meta turistica

Bilancio positivo per i percorsi Scopri-RE dei restauratori CNA, ma c'è ancora tanto da fare per diventare una meta turistica

valli teatroBorghi, presidente CNA Artistico: "In molti hanno chiesto di ripetere l'esperienza. Per farlo occorre maggiore interazione tra pubblico e privato"

Si sono conclusi i percorsi Scopri RE organizzati dai restauratori di CNA Artistico e Tradizionale e dall'Associazione guide turistiche reggiane. "Siamo soddisfatti di questa nuova esperienza - commenta Antonella Borghi presidente di CNA Artistico - e devo ringraziare l'impegno dei nostri restauratori per la buona riuscita delle iniziative:

Elisabetta Ghirardini, Chiara Davoli, Gianni Piccinini di Restauratori Associati, Annalisa Biselli di Restauro Tessile e i restauratori Elisabetta Bertani, Giovanni Bussi e Fabrizio Barbieri di B restauro".

Antonella Borghi"C'è stata una buona partecipazione ai percorsi – continua la presidente Borghi - tanto che in alcuni casi siamo arrivati a registrare quasi 50 persone, molti reggiani, ma anche qualche visitatore proveniente da Parma e Modena. Commenti entusiasti dei partecipanti e addirittura richieste di ripetere l'esperienza".

La partecipazione alle visite guidate denota che esiste un interesse tra i reggiani nella riscoperta di luoghi e opere legate alla storia della città. Ultimamente si parla molto di come promuovere il nostro territorio, ma poco o quasi nulla si fa. Secondo Antonella Borghi i percorsi di Scopri RE sono stati un piccolo contributo per valorizzare un patrimonio molto ricco di laboratori artigiani, competenze e conoscenze.

"La strada è ancora lunga – conclude la presidente CNA Artistico e Tradizionale - per pensare di diventare una destinazione turistica, oltre a volerlo dobbiamo innanzitutto imparare ad occuparci di turismo e sarebbe necessario che pubblico e privato iniziassero a concorrere per promuovere lo sviluppo di una cultura sistemica del settore turistico e prevedere un piano di azioni che stimoli una maggiore attrattività del nostro territorio".

 
Auto Joomla